Leonardo AI: Tutorial sul generatore di immagini con Intelligenza Artificiale

Cerchi uno strumento facile da usare, che ti permetta di creare vere e proprie opere d’arte sfruttando le potenzialità dell’intelligenza artificiale?

Sei alla ricerca di un elaboratore in grado di generare immagini che rimarranno di tua proprietà ed utilizzabili anche a fini commerciali?

Se sei tentato dalle molteplici funzionalità di Leonardo AI questa guida fa al caso tuo! Inoltre, se vuoi approfondire la conoscenza di questo ed altri potenti strumenti implementati con questa tecnologia all’avanguardia, ti consiglio di dare un’occhiata anche ai corsi sull’intelligenza artificiale.

Ma dunque, perchè creare immagini con Leonardo AI? In questo articolo, ti immergerai nel mondo della creazione visiva, dove la piattaforma di Leonardo AI rappresenta una soluzione innovativa che sta rivoluzionando il modo in cui gli utenti creano risorse visive di alta qualità per svariati progetti.

Nel contesto attuale, caratterizzato da un’evoluzione costante, Leonardo AI emerge come un strumento fondamentale nel campo dell’imaging generation.

Quindi, in questa guida, avrai modo di leggere le caratteristiche distintive di Leonardo AI, che garantisce una qualità, velocità e uniformità di stile senza precedenti, e vedrai come artisti e sviluppatori di giochi possono utilizzarla per realizzare lavori sorprendenti.

Cos’è Leonardo AI

Il software di Leonardo AI è un potente strumento che sfrutta le capacità generative dell’intelligenza artificiale per la produzione di contenuti creativi. Le sue molteplici funzionalità, la grafica accattivante e l’interfaccia intuitiva permettono di ottenere incredibili opere d’arte in modo facile e veloce.

Questa piattaforma offre la possibilità di modificare sia le dimensioni che la risoluzione delle immagini finali e supporta la creazione di serie di immagini digitali con lo stesso stile.

Il sito web dell’azienda afferma che gli utenti conservano i diritti su tutti i materiali inseriti e su quelli generati da Leonardo.ai, inclusa la possibilità di utilizzare le immagini a scopi commerciali.

Definito come un “generatore di arte basato su IA”, la suite di Leonardo AI mette a disposizione un’ampia varietà di funzioni per la creazione e la modifica di immagini, ponendosi come focus principale del servizio.

Questo strumento può essere, infatti, utilizzato, tra le altre cose, per generare, modificare, animare, ingrandire o integrare immagini pre-esistenti. Ma come funziona esattamente?

Leonardo AI: come funziona

Le funzionalità di Leonardo AI sono davvero tante e risultano particolarmente facili da utilizzare anche per gli utenti meno esperti.

Ad esempio è possibile utilizzare una tela su cui abbozzare dei disegni che vengono convertiti in tempo reale in immagini stupefacenti. Bello vero?

Leonardo AI image generator offre, infatti, un’ampia gamma di modelli con stili pre-impostati, ideali per dare il via ai tuoi progetti in modo estremamente facile e veloce.

Principalmente, questi modelli includono personaggi e oggetti adatti alla creazione di arte in stile fantasy, tuttavia la piattaforma consente di selezionare qualsiasi stile per la generazione di qualsiasi tipo di elemento.

Ma adesso ti mostro nel dettaglio come accedere a Leonardo AI e quali sono le sue caratteristiche chiave.

Come accedere a Leonardo AI?

Accedere a Leonardo AI è semplicissimo e può essere utilizzato sia da desktop che da dispositivi IOS (tramite Apple Store).

Al primo accesso dovrai registrarti sul sito internet di Leonardo AI, inserire le tue credenziali e cliccare su “sign up”.

A questo punto riceverai un codice di verifica via email che dovrai inserire nel sito. In alternativa, se ne disponi, puoi effettuare il login direttamente tramite il tuo account Apple, Google o Microsoft.

leonardo ai login

Generare immagini da testo

Come creare un’immagine in modo sorprendentemente veloce? Tra i vari modi con cui è possibile sfruttare la creatività di Leonardo AI, uno dei più facili è sicuramente la funzione di Leonardo AI Image Generator mediante l’uso di input testuali (Text2Image).

In questo caso è sufficiente inserire un testo descrittivo del risultato che vuoi ottenere ed il tool genererà un’immagine corrispondente. Tanto maggiore è il livello di dettaglio della tua descrizione, tanto migliore sarà la rappresentazione della stessa da parte dell’IA.

Se sei a corto di idee e preferisci ottenere un suggerimento per la tua immagine, ti consiglio di utilizzare il Prompt Generator che, partendo da una parola chiave, ti offrirà diversi spunti su cui lavorare. Ad esempio inserendo nel prompt la parola “casa”, lo strumento produrrà il numero scelto di concept da essa derivati.

Ricavare immagini da altre immagini

Un modo sicuramente interessante di come usare Leonardo AI è quello di Image2Image. In questo caso l’input di partenza non sarà un testo ma un’immagine già presente sul tuo PC. Una volta caricata l’immagine, potrai dare sfogo alla tua creatività indicando tutte le modifiche desiderate.

Per intenderci, è possibile integrare elementi all’interno dell’immagine (es. “inserisci un grattacielo sullo sfondo”) oppure modificando quelli già presenti (es. “colora il prato di azzurro”). Vi consigliamo anche photoroom ai per quanto riguarda la rimozione dello sfondo e tante altre funzionalità, per generare immagini davvero strepitose.

Una chicca assai apprezzata nell’utilizzo di questo strumento evoluto è la possibilità di riutilizzare soggetti generati all’interno di un’immagine anche in altre.

Come fissare il seed su Leonardo.ai? È molto semplice: una volta generato un soggetto (ad esempio un bambino che gusta un gelato) è possibile trasportarlo in un contesto totalmente differente in quanto l’IA attribuisce un codice numerico univoco ad ogni soggetto (noto come “seed”) che può essere ricopiato cliccando sulla sui tre puntini in alto a destra dell’immagine sotto la voce “copy seed”.

Sarà sufficiente riportare questo codice attivando la spunta “use fixed seed” nella nuova immagine perché la magia sia compiuta.

Image2motion: Come creare video da immagini

Se desideri che le tue immagini “prendano vita” potresti sfruttare una più recente funzionalità messa a disposizione da Leonardo AI.

Image2motion offre, infatti, la possibilità di generare video animati di buona qualità attribuendo la “forza di movimento” e le opzioni di visibilità alle immagini statiche selezionate.

Al momento si tratta di una funzione con ovvie limitazioni tecnologiche, tuttavia in futuro verrà probabilmente garantita una maggiore qualità dei video e la possibilità di perfezionarli con l’inserimento di elementi testuali.

Altre funzionalità

La tecnologia di Leonardo AI offre ulteriori vantaggi in termini di funzionalità tra cui:

  • Real Time Canvas: ovvero la funzione che permette di ottenere immagini complesse partendo da bozze disegnate sul momento.
  • Inpainting: in questo caso è possibile selezionare elementi precisi all’interno dell’immagine, ad esempio gli occhiali di un soggetto, e trasformarli fornendo specifiche istruzioni (da occhiali da vista ad occhiali da sole);
  • Outpainting: Se desideri aumentare il perimetro di un’immagine, mantenendo la qualità della stessa, puoi inserire delle intere porzioni ricostruite dall’IA in modo creativo sulla base di suggerimenti generici.
  • Upscaling: ovvero l’aumento delle dimensioni di un’immagine senza intaccare la qualità della stessa, come nel caso di Clipdrop;
  • Cybertech/Photoreal V2: con questi due nuovi elemento è possibile dare un tocco futuristico oppure aumentare il realismo delle proprie creazioni.

Quanto costa Leonardo ai?

Leonardo AI è gratis? Al momento lo strumento presenta quattro diversi livelli di offerta:

  • Piano Gratuito: consente di creare fino a 150 immagini al giorno (ovvero  fino a 4.500 al mese);
  • Piano “Apprendista”: al costo di $10 (circa € 9,15) con possibilità di creare fino a 8.500 immagini al mese (pari ad 8.500 token);
  • Piano “Artigiano”: $24 (circa €22) fino a 25.000 immagini al mese (pari a 25.000 token);
  • Piano “Maestro”: $48 (circa €44) fino a 60.000 immagini al mese (pari a 60.000 token).

Confronti con altre soluzioni simili

Tutti i generatori di immagini sviluppate tramite l’intelligenza artificiale, come anche Clipdrop co, prendono un prompt testuale e lo trasformano, nel miglior modo possibile, in un’immagine corrispondente. Questo apre a delle possibilità straordinarie che sono limitate esclusivamente dalla tua immaginazione.

La maggior parte dei generatori di immagini basati sull’intelligenza artificiale opera secondo principi molto simili, inclusi quelli dedicati esclusivamente alle modifiche come ad esempio Photoroom. Per addestrare una rete neurale, ovvero un algoritmo avanzato, ispirato al cervello umano, vengono utilizzate milioni o addirittura miliardi di associazioni tra immagini e testi per insegnarle a riconoscere vari elementi.

Attraverso l’analisi di una quantità immensa di immagini, la rete impara a identificare animali, colori, opere d’arte ed altro ancora. Completato questo processo, si ottiene un’intelligenza artificiale capace di interpretare quasi ogni comando (prompt) pur richiedendo una certa competenza all’essere umano di inserire le condizioni affinché questa interpretazione possa essere più fedele possibile ai risultati attesi.

Dunque esistono altri software simili a Leonardo AI. Ma quali sono le differenze?

Leonardo AI vs Midjourney

Midjourney è uno strumento che, similmente a Leonardo AI, sfrutta le capacità generative dell’intelligenza artificiale per la creazione di immagini partendo da un prompt testuale. Nonostante entrambi gli strumenti offrano un’ampia gamma di funzioni ed un piano di utilizzo gratuito, possiamo riscontrare alcune differenze.

Per iniziare, Leonardo AI è un software open-source e web-based che da accesso ad un elevato numero di modelli, creati da altri utenti, che possono essere riadattati per la creazione delle proprie opere artistiche. D’altro canto Midjourney, a cui si può accedere tramite piattaforma Discord, consente l’utilizzo di un solo modello.

Leonardo AI si rivolge a chi ricerca praticità, mettendo a disposizione strumenti intuitivi quali la modifica di parametri, il ridimensionamento di immagini o l’adozione di guide stilistiche facilmente e velocemente nel corso del processo di design.

Parallelamente, l’app Midjourney crea una piattaforma che permette agli utenti di registrarsi e accedere al suo server, dove è possibile condividere le proprie creazioni con altri membri della community.

Per finire, nonostante entrambi i servizi offrano tre diversi modelli di piani a pagamento, Midjourney sembrerebbe offrire qualche funzione in più con il piano a pagamento di primo livello.

Leonardo AI vs DALL-E 3

DALL-E 3 è un generatore di immagini basato su intelligenza artificiale concepito da OpenAI. Nonostante entrambi siano basati sulla tecnologia rivoluzionaria del software Stable Diffusion, i due servizi esibiscono una diversa interpretazione dei prompt per via dell’applicazione di una diversa metodologia di apprendimento automatico.

L’interpretazione visiva dei prompt sembra favorire DALL-E che, anche grazie alla sua integrazione con ChatGPT, riesce a rielaborare in modo più efficace le informazioni presenti nel prompt. Tuttavia, Leonardo AI dispone di una più vasta gamma di funzionalità che gli consentono di essere di gran lunga più versatile rispetto ai singoli input testuali offerti dal primo.

Anche se DALL-E eccelle nella creazione di immagini da prompt testuali, risulta più limitato di Leonardo AI con riferimento ai modelli di affinamento pienamente accessibili in quest’ultimo.

Per finire, attraverso l’utilizzo di modelli di fine-tuning prontamente accessibili, Leonardo AI si distingue per il suo focus sul fotorealismo, evidenziando una capacità maggiore di DALL-E di produrre immagini che simulano accuratamente scene e oggetti del mondo reale.

Leonardo AI vs BlueWillow

BlueWillow è un servizio che mira ad arricchire la gamma di software già descritti in quanto generatore di immagini artificialmente create mediante l’input di prompt testuali.

Nonostante entrambi i servizi debbano essere soggetti a miglioramenti con riferimento alle capacità di apprendimento delle intelligenze artificiali che, in alcuni casi, dimostrano i loro limiti nella contestualizzazione delle immagini, compensano ampiamente in termini di qualità delle immagini e personalizzazione.

Bisogna ammettere che Leonardo AI offre una maggiore personalizzazione delle immagini e può contare su un elevato numero di modelli pre-allenati da tutti gli altri utenti, benché BlueWillow sia completamente gratuito ed offra un range di output che qualitativamente spaziano dal 3D al 4K.

In sintesi, sia Leonardo AI che BlueWillow offrono servizi di alto valore aggiunto sia per i content creators che per chiunque abbia la voglia di cimentarsi con questa nuova esperienza, nonostante entrambe le piattaforme abbiano i loro punti di forza e debolezza.

Conclusioni

I servizi di Leonardo AI sono senz’altro i più interessanti in ambito di imaging generation. La differenza sostanziale con gli altri strumenti simili non sta tanto nella qualità delle immagini generate ma nella molteplicità di funzioni che esso mette a disposizione in aggiunta ai comandi testuali.

L’interfaccia è particolarmente user-friendly tanto da risultare un’ottima soluzione anche per gli utenti meno esperti. Sicuramente l’attuale capacità generativa dovrà essere soggetta a perfezionamenti, ma la cosa vale per tutti i software attualmente disponibili in rete, inclusi quelli integrati con WordPress tra cui, ad esempio, Divi AI.

L’offerta è molto ampia ed è sufficiente a garantire efficacemente il servizio in base alle esigenze di chiunque voglia cimentarsi in questa esperienza, anche a livello professionale.

Sicuramente un’opportunità da non sottovalutare consiste nel fatto che le immagini generate possono essere utilizzate per scopi commerciali e che la proprietà delle stesse rimanga in capo all’utente o azienda creatrice.

Richiedi informazioni adesso per diventare un vero esperto di strumenti basati sull’AI!

Scarica l'Ebook

ebook creare un'AI Agency guida

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Crea la tua AI Agency - Webinar Gratuito